Storia del Cajón

Perú Negro
Caitro Soto
Pititi
Cotito
STORIA DEL CAJÓN CUBANO

Il cajón a Cuba ha una storia a parte, molta della quale si deve all´opera musicale ed artigianale di Pancho Quinto. Fin dagli anni ’50 si dedicó alla costruzione di cajones, oltre ad essere uno dei percussionisti piú importanti della sua generazione, il “rumbero” per antonomasia.

Il suo lavoro ha contribuito non poco alla definizione dei canoni costruttivi, che in generale, si traducono in cajones bassi senza cordiere, e piú larghi della versione peruviana e flamenca, ed altri con forma trapezioidale o piramidale.

Pancho Quinto con il gruppo Yoruba Andabo.

Altri esponenti di spicco nell´uso del cajón e della evoluzione dello stile di rumba “Guarapachangueo”, sono Irián Lopez y los Chinitos, ed il gruppo Ossain del Monte.

Miguel “Anga´” Díaz, fu un grande fautore del cajón, sopratutto nel suo lavoro con il pianista Omar Sosa, nonché nel suo disco da band leader, “Echu Mingua”.

Miguel “Angá” Díaz.
Rubem Dantas
Manuel Soler
Ramón Porrina
Pancho Quinto
Miguel “Angá” Díaz
Menu